I castelli

Emozioni, storia, arte, cultura ed enogastronomia rendono unica l’ incantevole terra che si dipana dall’Appennino al Grande Fiume Po. Castelli, rocche, fortezze, regge e manieri sono moderni racconta-storie in grado di regalare un viaggio infinito nel mistero del tempo attraverso diverse epoche.

Dalla fertile pianura alle verdeggianti colline vi conquisteranno le imprese e gli amori di alcune tra le più illustri dinastie italiane.

CASTELLO DI TORRECHIARA – specchio della fiabesca storia d’amore di Pier Maria e Bianca, domina perfettamente la vallata dove scorre il torrente Parma, punto di incontro tra la città e la montagna poco distante. È considerato un esempio tra i meglio conservati di architettura dei castelli in Italia poiché unisce elementi del medioevo a quelli del Rinascimento italiano. Di proprietà dello Stato, è in consegna al Polo Museale dell’Emilia-Romagna del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, ed è inserito nel circuito dell’Associazione dei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza.

CONTATTI: Via al Castello 1, Torrechiara di Langhirano
Telefono: 0521 355255


CASTELLO DI FELINO collocato in posizione strategica tra le valli del Parma e del Baganza, si trova sulle colline di Felino. Recentemente restaurato, ospita un ristorante e il Museo del salame di Felino.

CONTATTI: Via Castello 1, Felino
Telefono: 0521 336020 / 272717


ROCCA SANVITALE DI SALA BAGANZA – è situata al centro dell’abitato di Sala Baganza. Il nome proviene dalla famiglia dei Sanvitale, che ne furono proprietari per oltre trecento anni. Successivamente fu castello dei Duchi di Parma. Oggi si presenta come un lungo corpo di fabbrica, terminante in due torrioni.

CONTATTI: Piazza Gramsci, Sala Baganza
Telefono: 0521 331342 / 331343


CASTELLO DI MONTECHIARUGOLO – maniero d’epoca medievale costruito dal condottiero Guido Torelli, divenne ritrovo di artisti e ospiti importanti, grazie alla fama di Pomponio Torelli. Secondo la leggenda, tra le mura del castello si aggirerebbe il fantasma della Fata Bema, la cui immaginaria storia è narrata dalla tradizione popolare oltre che dal romanzo La Fata di Montechiarugolo, scritto nel XIX secolo da Alfonso Cavagnari.

CONTATTI: Via Roma, Montechiarugolo
Telefono: 0521 686643 / 681977


ROCCA SANVITALE DI FONTANELLATO – nota anche come castello di Fontanellato, è un maniero d’epoca medievale interamente circondato da fossato colmo d’acqua; al suo interno è presente la Saletta di Diana e Atteone, nota per gli affreschi manieristi del Parmigianino.

CONTATTI: Piazza Matteotti 1, Fontanellato
Telefono: 0521 829055


REGGIA DI COLORNO – nota anche come palazzo ducale di Colorno, fu costruita agli inizi del XVIII secolo dal duca Francesco Farnese sui resti della rocca di Colorno. Prima castello di confine, poi sontuosa residenza ducale impreziosita dal grande e meraviglioso giardino alla francese.

CONTATTI: Piazza Garibaldi 26, Colorno
Telefono: 0521 312545


ROCCA DEI ROSSI DI SAN SECONDO – è un maniero tardo-medievale a San Secondo Parmense. A partire dal XV secolo fu la sontuosa dimora del potente casato dei Rossi, celebrato nell’imponente e superba Sala delle Gesta Rossiane.

CONTATTI: piazza Mazzini 12, San Secondo Parmense
Telefono: 0521 873214


CASTELLO DI ROCCABIANCA – residenza di Bianca, l’amante di Pier Maria Rossi, ne conserva la memoria nella decorazione sotto il portico.

CONTATTI: Piazza Minozzi, Roccabianca
Telefono: 0521 374065


ROCCA MELI LUPI DI SORAGNA – fondata alla fine del Trecento come fortezza, venne mutata nel Settecento in elegante e ricchissima residenza nobiliare. L’edificio appartiene tuttora ai principi Meli Lupi, che ressero il principato di Soragna fino all’abolizione del feudalesimo decretata dall’imperatore Napoleone Bonaparte nel 1805.

CONTATTI: Piazza Meli Lupi 5, Soragna
Telefono: 0524 598072 / 597978


FORTEZZA DI BARDI è un’imponente fortificazione che sorge su uno “scoglio” di diaspro rosso e che dal IX domina la Val Ceno, prima come presidio militare e poi, con i Landi, anche come residenza principesca.

CONTATTI: Via al Castello, Bardi
Telefono: 0525 733066


CASTELLO DI COMPIANO – è una fortificazione strettamente collegata al piccolo borgo di Compiano dell’alta val di Taro che, grazie alla sua mole turrita, domina. Ospita la collezione “Gamberotta” composta da quadri e oggetti d’arte.

CONTATTI: Via M.R. Sidoli 15, Compiano
Telefono: 0525 825541


CASTELLO DI SCIPIONE DEI MARCHESI PALLAVICINO castello millenario sulle colline del sale, costruito dai Pallavicino nel IX secolo, ancora abitato dalla famiglia conserva nei saloni arredati preziosi affreschi e soffitti lignei.

CONTATTI: Borgo di Scipione Castello 61, Salsomaggiore Terme
Telefono: 0524 572381


CASTELLO PALLAVICINO DI VARANO DE MELEGARI – è una fortezza che domina la Val Ceno. Sono visitabili la corte interna, il salone e lo scalone d’onore, i camminamenti di ronda, la prigione Bentivoglio, il piano nobile e le cucine.

CONTATTI: Via Rocca 1, Varano de’ Melegari
Telefono: 0525 400021


CASTELLO DI NOCETO – noto anche come rocca di Noceto o Castello della Musica, è un piccolo castello dove vi hanno sede il museo della Liuteria, il museo del Disco e varie associazioni di carattere musicale.

CONTATTI: Piazza Garibaldi 1, Noceto
Telefono: 0521 823978


ANTICA CORTE PALLAVICINA – roccaforte gentile affacciata su Po, regno della cucina gastrofluviale con le più antiche cantine d’Italia per la stagionature dei Culatelli.

CONTATTI: Strada del Palazzo Due Torri 3, Polesine Parmense
Telefono: 0524 936539


ROCCA DEI TERZI DI SISSA – il complesso fortificato dei Terzi di Sissa del secolo XIV, ha conservato intatto il torrione, che sovrasta due ali più basse, inserite nel Settecento modificando le preesistenti strutture medioevali.

CONTATTI: Viale della Rocca 6, Sissa
Telefono: 0521 527011 / 878337